Updates and news

Software di calcolo per travi c.a. e c.a.p.I  PROGRAMMI  PIÙ  VELOCI  AL  MONDO PER CALCOLO, DISEGNO E PREVENTIVAZIONE DI TRAVI  PRECOMPRESSE E VIBRATE

Aggiornamenti e Novità

Aggiornamenti sempre inclusi
Scopri qui tutte le ultime novità inserite nei programmi di calcolo e scopri come ottenere gli aggiornamenti.

Anche nel programma RTL è stata aggiunta la possibilità di verificare travature esistenti.

Nel caso della verifica di travi esistenti i dati dei materiali sono intesi come valori medi, e sono stimati con le indagini sulle strutture in opera.

Questa è la finestra dei MATERIALI per una trave nuova.

Mettendo la spunta su “Verifica esistenti”, la finestra cambia in questo modo.

I valori da inputare sono:
-    tensione cilindrica media del calcestruzzo, nell’esempio è 480 kg/cm2 (fcm);
-    tensione media allo sbanco non è rilevabile naturalmente, va messo l’Rckj ipotizzabile per la trave in oggetto, il   programma lo tratterà come un valore medio, nell’esempio è 350 kg/cm2;
-    tensione a rottura media dei trefoli, nell’esempio è 1800 N/mm2 (fpm);
-    tensione di snervamento media dei trefoli, 1500 N/mm2 (fp1m);
-    tensione cilindrica media del calcestruzzo in opera, 220 kg/cm2 (fcmg);
-    tensione di snervamento media dell’armatura lenta, 3800 kg/cm2 (fym);
-    il fattore di confidenza FC, 1.2.

Il programma verificherà la trave distinguendo fra le verifiche con meccanismi DUTTILI e le verifiche con meccanismi FRAGILI.

Le verifiche DUTTILI sono quelle a pressoflessione.
Le verifiche FRAGILI sono quelle a taglio e la verifica dell’appoggio.
Nelle verifiche DUTTILI, le resistenze di calcolo si ricavano da:
fcd = fcm/FC; fpd = fpm/FC; fp1d = fp1m/FC; fyd = fym/FC.
Nelle verifiche FRAGILI, le resistenze di calcolo si ricavano da (i trefoli sono coinvolti solo in verifiche duttili):
fcd = fcm/(γc∙FC); fyd = fym/(γs∙FC).

Nelle stampe verrà scritto che le verifiche sono relative a travi esistenti.
I limiti tensionali, e le verifiche di rottura tengono conto dei materiali definiti per la trave esistente.
Le verifiche a sollevamento e trasporto sono tolte.
All’interno della verifica di travi esistenti è tolta la possibilità di fare la verifica alle Tensioni Ammissibili e la verifica secondo le NTC 2008.
Restano consentite le verifiche al fuoco.

Si riportano alcuni estratti dalle stampe.

Nel programma TRAVI H COSTANTE è stata aggiunta la possibilità di verificare travature esistenti.

Nel caso della verifica di travi esistenti i dati dei materiali sono intesi come valori medi, e sono stimati con le indagini sulle strutture in opera.

Questa è la finestra dei MATERIALI per una trave nuova:

materiali trave cemento armato

Mettendo la spunta su “Verifica esistenti”, la finestra cambia in questo modo.

materiali trave precompressa per calcolo verifica trave esistente

I valori da inputare sono:
-    tensione cilindrica media del calcestruzzo, nell’esempio è 480 kg/cm2 (fcm);
-    tensione media allo sbanco non è rilevabile naturalmente, va messo l’Rckj ipotizzabile per la trave in oggetto, il   programma lo tratterà come un valore medio, nell’esempio è 350 kg/cm2;
-    tensione a rottura media dei trefoli, nell’esempio è 1800 N/mm2 (fpm);
-    tensione di snervamento media dei trefoli, 1500 N/mm2 (fp1m);
-    tensione cilindrica media del calcestruzzo in opera, 220 kg/cm2 (fcmg);
-    tensione di snervamento media dell’armatura lenta, 3800 kg/cm2 (fym);
-    il fattore di confidenza FC, 1.2.

Il programma verificherà la trave distinguendo fra le verifiche con meccanismi DUTTILI e le verifiche con meccanismi FRAGILI.

Le verifiche DUTTILI sono quelle a pressoflessione.
Le verifiche FRAGILI sono quelle a taglio e la verifica dell’appoggio.
Nelle verifiche DUTTILI, le resistenze di calcolo si ricavano da:
fcd = fcm/FC; fpd = fpm/FC; fp1d = fp1m/FC; fyd = fym/FC.
Nelle verifiche FRAGILI, le resistenze di calcolo si ricavano da (i trefoli sono coinvolti solo in verifiche duttili):
fcd = fcm/(γc∙FC); fyd = fym/(γs∙FC).

Nelle stampe verrà scritto che le verifiche sono relative a travi esistenti.

I limiti tensionali, e le verifiche di rottura tengono conto dei materiali definiti per la trave esistente.
Le verifiche a sollevamento e trasporto sono tolte.
All’interno della verifica di travi esistenti è tolta la possibilità di fare la verifica alle Tensioni Ammissibili e la verifica secondo le NTC 2008.
Restano consentite le verifiche al fuoco.

Si riportano alcuni estratti dalle stampe.

relazione di calcolo travi precompresse

relazione di calcolo verifica travi esistenti

intestazione eiseko

 

AGGIUNTA LA VERIFICA ALI

È aggiunta la possibilità di effettuare la verifica trasversale delle ali nei moduli personalizzati degli ALARI

Vediamo come si procede. Cominciamo creando un nuovo progetto.

verifica delle ali per tegoli alari precompressi

Premere il pulsante SETTAGGI, in basso a destra. Appare la finestra SETTAGGI.

verifica delle ali per tegoli alari precompressi

Sciacciare SETTAGGI SEZIONE e infine appare la finestra sotto.
Vengono ipotizzate tre possibili diverse armature superiori dell’ala. Ogni armatura corrisponde a un carico massimo Nmax, pari alla somma di due componenti F1 + F2, vedi esempo sotto.


verifica delle ali per tegoli alari precompressi

Qua di seguito viene spiegato il significato dei carichi con un esempio.

F1 = (25+20+80+100)*4.5/2 = 506 kg/m
F2 = (25+20+80)*1.0/2 = 62.5 kg/m
Carico totale sull’ala N = F1 + F2 = 506+62.5 = 568.5 kg/m

Impostiamo questi valori di carico e reti.


Si esce con Salva e Chiudi.
Tornando in DATI TRAVE si può vedere che sono stati aggiunti nella finestra i dati di Nmax.
Il programma ha calcolato un carico massimo sull’ala di 560 kg/m, un po’ diverso dal 568 dell’esempio che è un po’ approssimato per chiarezza. Sono evidenziate in rosso le armature non verificate, va bene solo la terza, fi10/20.


A questo punto si può procedere ad una verifica più puntuale dell’ala. Si esce dalla finestra sopra, si va in quella iniziale e si schiaccia VERIFICA ALI.

La verifica vera e propria viene affettuata qua dentro.

I carichi G1, G2 e Qk1 sono quelli che arrivano dalla coppella. P è il carico F1. Q è il carico sull’ala. Poco sotto è riportato il carico 560 kg/m di cui sopra. Il programma propone l’armatura corrispondente a N3max.
La finestra consente la verifica in due sezioni: la sezione di attacco X1 ed una intermedia X2, X1 è data dalla geometria dell’alare, X2 va imposto dall’utente. In queste due sezioni bisogna impostare lo spessore, SP1 ed SP2. Dato SP2 il programma aggiunge anche il peso proprio dell’ala.



All’interno di questa finestra sono modificabili: i carichi G1, G2, Qk1, diametro e passo della rete, SP1, X2, SP2.
Il programma aggiorna il calcolo e verifica in verde oppure non verifica in rosso.
SP1, X2 e SP2 possono essere salvati e riutilizzati.

LUGLIO 2020

RTL: Cambiamento delle impostazioni per il tiro dei trefoli

Per poter dare la possibilità di salvare più impostazioni per il tiro dei Trefoli, è stata spostata l'impostazione (dalla schermata delle geometrie) alla schermata dei criteri:

tiro trefoli

E' stata aggiunta una scheda "Impostazione Tiro" Dove è possibile scegliere la sezione in "Sezione di riferimento", poi inserire e salvare i dati specifici per ogni sezione. Ogni "Criterio" può avere diverse impostazioni per le diverse sezioni.

RTL: Visualizzazione centro di taglio per trave ad L

Nella visualizzazione della sezione in Dati Trave e nella finestra delle coordinate viene indicato anche il centro di taglio. Nella schermata delle coordinate vengono anche visualizzate le coordinate del centro di taglio (fare doppio click nella visualizzazione per zoomare).

coordinate trave

Maggio 2020

Tutti i programmi: AGGIORNAMENTO SOLLEVAMENTO

Viene data la possibilità di modificare le sollecitazioni con cui viene verificata la fase di sollevamento. La fase di trasporto rimane invariata. Di default il sollevamento prevede un incremento di carico pari al 20% del peso proprio conteggiato sui soli sbalzi, per tenere conto dell’effetto dinamico.

Con la nuova versione si dà la possibilità di definire un incremento di carico diverso dal 20%, oppure di poter mettere un carico costante che simuli l’aderenza ala cassero. Entrambe le possibilità, incremento di carico o aderenza al cassero vengono conteggiate su tutta la lunghezza della trave. Il programma tiene conto del fatto che la testata nelle zone ringrossate può avere un peso diverso dal peso corrente.

Procedimento:

Si entra nella finestra settaggi e si preme modifica

Poi si seleziona la scheda Trasporto-Sollevamento

Si ottiene la stampa seguente, nelle intestazioni delle tabelle c’è scritto che carichi usa il programma.

Per chiarezza si mostrano gli schemi di carico per il calcolo del momento sugli ssbalzi o in campata per il sollevamento e per il trasporto.

Aprile 2020

HCOST: AGGIORNAMENTO VALORI MATERIALI

Viene data la possibilità di modificare i valori di fpk, fp1k dell’armatura di precompressione ed il valore fyk dell’armatura lenta. Il programma avvisa che si stanno usando valori diversi da quelli delle NTC 2018.

E’ stato aumentato il campo di valori di tesatura del post-teso.

I valori di default sono: fptk = 19000, fp1k = 17000, fyk = 4500, tesatura POST-TESI = 14000.

materiali

HCOST: TREFOLI POST-TESI

E’ data la possibilità di modificare l’area di trefolo post-teso, basta editare il valore e si può imporre un cavo singolo, purchè l’armatura sia simmetrica. Il programma farà comunque il calcolo ipotizzando chel’armatura sia simmetrica rispetto all’asse verticale.

TREFOLI POST TESTI


7/4/2020

RTL: AGGIORNAMENTO CALCOLO STAFFE EMERGENTI

Apri PDF esplicativo

25/03/2020

RTL, HCOST: AGGIORNAMENTO CLASSI CALCESTRUZZO BASSE

Viene data la possibilità di utilizzare anche classi di calcestruzzo basse. Questo può servire per qualche caso specifico: uso di cemento pozzolanico, verifiche di esistenti o altro.

In ogni caso il programma avverte continuamente che si stanno classi inferiori alle minime richieste dalla tab. 4.1.II NTC 2018.

I valori di classe bassa sono evidenziati in rosso, vedi qui sotto.


18/03/2020

RTL: AGGIORNAMENTO SOLLEVAMENTO

Viene data la possibilità di modificare le sollecitazioni con cui viene verificata la fase di sollevamento. La fase di trasporto rimane invariata.

Di default il sollevamento prevede un incremento di carico pari al 20% del peso proprio conteggiato sui soli sbalzi, per tenere conto dell’effetto dinamico.

Con la nuova versione si dà la possibilità di definire un incremento di carico diverso dal 20%, oppure di poter mettere un carico costante che simuli l’aderenza ala cassero. Entrambe le possibilità, incremento di carico o aderenza al cassero vengono conteggiate su tutta la lunghezza della trave. Il programma tiene conto del fatto che la testata nelle zone ringrossate può avere un peso diverso dal peso corrente.

Procedimento:

si entra nella finestra settaggi

Poi nella scheda Trasporto-Sollevamento

Si setta l’incremento di sollevamento voluto, nell’esempio il 30%

Si ottiene la stampa seguente, nelle intestazioni delle tabelle c’è scritto che carichi usa il programma.

20/01/2020

TUTTI I PROGRAMMI: Aggiornamento verifica al Fuoco alle ultime Normative

Aggiornamento dei programmi alle ultime normative


18/01/2020

RTL: Aggiornamento STAFFE EMERGENTI

È stata aggiunta la possibilità di fare la verifica a rottura in flessione deviata dovuta alla presenza della spinta del vento.
Questa possibilità è stata prevista per le travi: rettangolare, a T e ad I, senza getto collaborante.
Qui di seguito è riportata la videata di input della spinta del vento, è considerato solo come carico secondario, di tipo Qk2.
calcolo staffe emergenti trave precompressa

Successivamente alla solita videata dei calcoli di DATI TRAVE appare una pagina con le verifiche a flessione in stato limite ultimo, come qui riportato.

calcolo staffe emergenti

Nella relazione completa viene riportata la verifica della sezione più sollecitata.

Nella relazione completa viene riportata la verifica della sezione più sollecitata.

Nella relazione completa viene riportata la verifica della sezione più sollecitata.

La verifica è effettuata mediante la ricerca del punto sul dominio allineato con la retta passante per l’origine e per il punto che definisce la sollecitazione esterna .

12/2019

RTL: Aggiornamento CLASSI CALCESTRUZZO BASSE

Viene data la possibilità di utilizzxare anche classi di calcestruzzo basse. Questo può servire per qualche caso specifico: uso di cemento pozzolanico, verifiche di esistenti o altro.
In ogni caso il programma avverte continuamente che si stanno classi inferiori alle minime richieste dalla tab. 4.1.II NTC 2018.
I valori di classe bassa sono evidenziati in rosso, vedi qui sotto.

RTL: AGGIORNAMENTO CLASSI CALCESTRUZZO BASSE

04/07/2018

RTL: Aggiornamento STAFFE DI SOSPENSIONE

E’ stata messa la possibilità di aggiungere le staffe di sospensione alla staffatura corrente in alcune situazioni: sugli appoggi e nelle sezioni più impegnate a taglio o flessione, qui di seguito si riportano i casi.

  • Taglio inferiore al taglio resistente senza bisogno di staffe 4.1.24 NTC 2018, o 6.4 EC2 e trave non fessurata a flessione.

Stampa il maggiore tra la staffatura di sospensione e 0.15·bw. Non cambia rispetto alle versioni precedenti del programma.

  • Taglio superiore al taglio resistente senza bisogno di staffe oppure trave fessurata a flessione.
    • Opzione: non aggiungo l’armatura di sospensione

Stampa la staffatura che viene dal calcolo. Non cambia rispetto alle versioni precedenti del programma.

  • Opzione: aggiungo l’armatura di sospensione

Stampa la staffatura che viene dal calcolo + l’armatura di sospensione

Esempio.

Nell'inserimento dei dati della trave se non aggiungo il calcolo di sospensione (non metto la spunta):

STAFFE DI SOSPENSIONE

Ottengo la relazione di calcolo

STAFFE DI SOSPENSIONE - calcolo

Mentre se aggiungo l’armatura di sospensione:

AGGIUNGI STAFFE DI SOSPENIONE

Ottengo la relazione di calcolo con la stampa la staffatura che viene dal calcolo + l’armatura di sospensione:

Calcolo con staffe di sospensione


Aggiornato alle NTC del 17/01/2018

AGGIORNATO ALLE ULTIME NORMATIVE: Le metodologie di calcolo sono a scelta: secondo l'Eurocodice 2 UNI EN 1992-1-1 : 2005 e le Norme Tecniche per le Costruzioni del 17 – Gennaio – 2018 o il D.M  14 - Gennaio - 2008 o le Tensioni Ammissibili.

 

Tutti i programmi del pacchetto PREF sono stati aggiornati a seguito dell’aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni del 17 – Gennaio – 2018. Gli abbonati possono scaricare gli aggiornamenti dal nostro sito, nella sezione "Download" - "Aggiornamenti" (dopo aver fatto il login).

In questo documento viengono spiegati brevemente gli aggiornamenti eseguiti:

AGGIORNAMENTI NTC 17-01-2018

PREDALLE

Nel programma "RTL" per il calcolo e disegno di travi T rovescio, T diritto, elle, I, rettangolari è stata aggiunta la nuova tipologia LASTRE PREDALLE

LASTRA PREDALLE 4 FORI LASTRA PREDALLE 3 FORILASTRA PREDALLE 2 FORI LASTRA PREDALLE 1 FORO

LASTRA PREDALLE DATI INPUT

LASTRA PREDALLE INPUT TREFOLI

VERIFICA AL FUOCO LASTRA PREDALLE

VERIFICA AL FUOCO LASTRA PREDALLE

VERIFICA AL FUOCO LASTRA PREDALLE MESH

VERIFICA AL FUOCO LASTRA PREDALLE ANALISI

 

tabella di calcolo

relazione di calcolo

The PREF program is a suite of modules for the calculation of prestressed beams of various gometry which is distributed on an annual subscription basis.

The subscription can be customized, choosing the modules of your interest, and includes the use of the programs, technical assistance and all the updates that will be released.

The programs have hardware protection with a USB dongle.

At the top right of this site, click LOGIN, log in with the credentials provided in the initial package (or request them from support - it is not possible to create new ones for this purpose).

Click Download-Updates from the menu, you'll see the list of available updates depending on your subscription: download the desired ones and install them.

It is possible to check which programs need an update by opening the Program Manager and clicking "Updates": the programs to be updated will be listed with a red dot and those that already have the latest version will have a green dot.

It is not necessary to download the libraries and other files that you find in the list, they are only for assistance cases.

To reactivate a subscription, simply send us an email request, specifying whether the programs to be included in the package are the same or if you want to change them, you will be sent a quote for the new subscription.  

The broken dongle is replaced for free.

Contact us to check if the dongle is actually broken and for all the details (usually a new dongle is sent and the broken dongle is collected by the courrier at delivery).

Log in to this site (top right) by cliccking LOGIN and entering using the given credential. Click Download-Updates menu.

Look for "Error 7 - Out of memory": the file to download with all the instructions "DLL FOR ERROR 7 - OUT OF MEMORY" is listed.

Instructions:

The downloaded file must be unpacked and the extracted dlls must be copied to

C:\WINDOWS\SYSTEM32

And in

C:\WINDOWS\SYSWOW64

The dlls may already be present, for safety it is strongly recommended to save a copy of the files on the PC before overwriting them.

Run the program (any program of the package). Select "Impostazioni", "Lingua" from the menu.

Select from the window the desired language:

Click "Salva".

The language is automatically updated for all open windows.
All windows, reports and the program warning messages will be in the chosen language.
MODIFICATION EFFECTS ALL PROGRAMS of EISEKO COMPUTERS.

Nella finestra SETTAGGI della finestra iniziale si può impostare il tiro del banco trefoli.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE

Qua premere MODIFICA

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Qua selezionare la scheda IMPOSTAZIONI TIRO

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Quindi premere il pulsante arancione  SETTAGGI DEFAULT

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Il programma RTL dà un messaggio di errore se il tiro trefoli complessivo supera i limiti imposti in “Impostazioni Tiro”.
Se si hanno a disposizione i valori del prefabbricatore si possono impostare quelli, la quota di riferimento Q.R. è spiegata, basta premere il pulsante "Vedi immagine", in alto a destra, e si ottiene questa finestra descrittiva.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

I prefabbricatori hanno il progetto delle testate di tiro dei loro banchi di casseri.
Le testate sono delle strutture vere e proprie in calcestruzzo od acciaio a cui vanno appoggiati i martinetti durante la tesatura e a cui vanno fissati i trefoli prima di effettuare il getto delle travi nei casseri. Le testate devono reggere il tiro complessivo fino all’atto del taglio o del rilascio dei trefoli.
Il progettista delle testate le ha dimensionate in funzione di un tiro massimo dei trefoli variabile in altezza riferito ad una quota che stabilisce lui, che in genere è il piede dei contrafforti.

Si riporta uno schema indicativo.

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

Se non si hanno i valori del prefabbricatore si possono impostare dei valori a caso sufficientemente alti, per esempio Dist. Da Q.R. = 200 cm e Tiro = 1000 ton.

Si procede con: Elimina tutto, si impostano i valori e poi si procede con Aggiungi, Elimina Riga.

Si riporta un  esempio

TRAVI RTL CALCOLO TRAVI PRECOMPRESSE - impostazione del tiro massimo per il banco di tiro

NOTE: you can call the technical support Tel. +39.045.80.31.894 and we will do the installation from remote connection

Or follow the procedure:

If you have the CD:
• Insert the CD: There are multiple folders on the CD, depending on the PREF package modules you purchased.
• All the folders and subfolders contain the installation programs, they must all be installed by launching the Setup.exe file of each folder and subfolder. The order in which the installations are carried out does not matter.
NB. DURING INSTALLATION:
o If version conflict messages appear (if you want to leave the exixting file in the system) click "No to all"
o If dll registration error messages appear click "Ignore" (or "Ok")

• Launch the Program manager - There wil be the setting of the programs
• Launch again the Program manager and enter the registration code provided by the assistance (if you do not yet have the code, press "Later").
• Launch all the purchased programs one by one, they will ask you the Database, select the mdb / mde file from the folder "C:\Users\Public\Public Documents\Eiseko Database" (the name of the database is similar to the name of the program). This operation must be done only once.

If you DO NOT have the CD:
• At the top right of this site, click LOGIN and enter the credentials you've been given.
• Download the installers of the modules included in the package
• Unzip the related downloaded zip files into separate folders. For each, launch the Setup.exe and follow the installation wizard. The order in which the installations are carried out does not matter.
NB. DURING INSTALLATION:
o If version conflict messages appear (if you want to leave the file in the system) click "No to all"
o If dll registration error messages appear click "Ignore" (or "Ok")

• Launch the Program manager - There wil be the setting of the programs
• Launch again the Program manager and enter the registration code provided by the assistance (if you do not yet have the code, press "Later").
• Launch all the purchased programs one by one, they will ask you the Database, select the mdb / mde file from the folder "C:\Users\Public\Public Documents\Eiseko Database" (the name of the database is similar to the name of the program). This operation must be done only once.


You are now ready to use the program.

There are pros and cons in both cases, the choice is very personal, but we recommend working on files.

If you work with file, you can save the file wherever you want, on the local PC or on the network (for example in the job order folder). When you create a new file of the project with the calculation program, you will have to manually select the text file of the section (created with the Geometries module) from the folder in which it was saved in. If you work on files it is good habit to make a backup of the project txt files in order not to lose the work you've done.

If you work with database you have all the beams (created with the Geometries program) and the projects (created with the calculation program) saved in the same file, whose management is automatic by the program and you don't have to worry about where you save it (you can see name and path of the file in the "Information" menu). The list could become very long. Anyway, you can do all the operations of saving multiple databases, using databases on the network, changing databases.

If you are working with a  database you need to remember to make a backup of the mde / mdb files you used. The files must be saved in a folder on the PC where the user has all access privileges (modification and saving), we recommend C:\Users\Public\Public Documents\Eiseko Database (folder created by default with the installation of the program).

In the menu at the top right select "Data Input", "CompanyData"

Enter the desired data and press "Save".

In the menu at the top right select "Data input", "User data"

Enter the desired data and press "Save".

 

Yes, it is possible. It must be done BEFORE creating all the projects belonging to a specific job order.

From the main form, press “SETTINGS” and then “SET SEISMIC PARAMETERS”.
It will open then following window, in which it is possible to associate all the seismic data relating to the location of the selected job.

Each time a new project associated with the “Example” job is created, the program will automatically propose the data of the seismic parameters (they will obviously be modifiable).
NOTE: projects that already existed before these parameters are set will continue to use the previously saved data.

 

Tutti i “dati di default”, in gruppo, possono essere memorizzati in diversi “CRITERI”: ad es, se un ingegnere lavora per più ditte, può memorizzare i dati di default validi per le diverse ditte in più criteri ciascuno con il nome della ditta. Prima di creare il nuovo progetto scegliere il Criterio della ditta per cui si realizza il progetto di calcolo. L’uso dei “Criteri” si dimostra particolarmente utile per gli schemi di sollevamento e trasporto che possono variare da una ditta all’altra.

Yes, it is possible from version 21.00.00. If you have a previous version just update the program from this site and then you will be able to select "Verify Existing" in the materials window.

To learn more about the new features introduced in the new releases of all PREF programs, just go to the Updates and News page of the PREF, where the features included and the publication dates of all the major changes are specified in detail. If there are no details on a specific new version, these are minor bug fixes or improvements.

PREF Free Download

Please fill in the form below and we will send you an email with the link to download the FREE version of the software and all the instructions to the email address you entered.

Information request

Please fill in the following form, our staff will answer as soon as possible to the email address you entered. 

News, events and promotions